martedì 16 settembre 2008

Risveglio

Risveglio
La rugiada come le lacrime
laverà via il segno di quei passi
che distrattamente e senza cura
hanno calpestato le vie del cuore.
Non tornerai tra queste valli
perché mai ritroverai la strada
che conduce là dove il sole
sposa la luce dei miei occhi.
Ora è il tempo del risveglio
ascolto il canto del silenzio
e mentre scrivo nuove note
il vento fa limpido il mio cielo.

Max 16.09.2008



2 commenti:

Anonimo ha detto...

Molto suggestiva la poesia e l'immagine.
Grazie per essere passato per il mio Blog.
A presto,ti abbraccio.
Cinzia

ester ha detto...

Eccomi ospite a casa tua: questi tuoi versi aprono il cuore, profumano di nuova luce e di speranza. Veramente belli! Ciao. Ester