lunedì 18 maggio 2009

Cosa sarà

Cosa sarà

Sarà il vento
che questa notte
spazza violento le vie,
o quelle nubi minacciose
che agitate corrono
a specchiarsi nella luna.
Sarà il tempo passato
a fissare quelle finestre chiuse
vivendo nel ricordo quel tepore,
o quella polvere di strada
che sollevata da ogni dove
affligge e spreme gli occhi.
Sarà, ma questa notte
il freddo ha radici profonde
frena il cuore e sfida la paura,
e mentre della vita scorre il film
mille pensieri sorridono
alla beffata speranza.
Sarà, ma non c’è più voce
per urlare o pregare
per richiamare in ascolto,
allora qualcosa si può fare
lasciare in sogno un sorriso
perché tra mille sarà…
sarà che non c’è più tempo.


© Max 24.03.2009

2 commenti:

Asia ha detto...

...E mi volto a guardare quel sorriso. Domani potrei non avvistarlo più. Chissà "cosa sarà" domani. Ial mio grazie segue il mio plauso.

Emozioni ha detto...

Nessuno può sapere "cosa sarà" domani ma quel sorriso è l'attimo da cogliere e che resterà dentro come gesto d'amore.
Sempre delicate le tue poesie.
Un bacio...:-)
Cinzia