lunedì 6 luglio 2009

non ... è ora


non … è ora

Ancora per una volta, sorridi
fatti abbracciare, teneramente
racconta i tuoi sogni e ascolterò
volgi il tuo sguardo e sognerò.
Prima che il vuoto intorno vinca
tendi serenamente le delicate mani
aggrappati ai nodi di questo cuore
e risali con entusiasmo i sensi.
Vieni qui a ritrovarti, non è follia
e vedrai l’indelebile impronta di noi,
nelle ombre dei passi che sai
il desiderio non si fermerà mai.
Ma se non comprendi l’amaro silenzio
se non senti più le mani tremare
avanti … spegni quella luce, ora
e tutto svanirà, per sempre.

© Max 06.07.2009

1 commento:

Asia ha detto...

La natura di carattere riservato dell’enunciato non toglie al lettore il piacere di considerare le sfumature più delicate - facendolo compartecipe di malinconiche emozioni. Grazie
asia