martedì 25 marzo 2008

Giorno di Festa



Giorno di Festa

Oggi c’è un forte vento
a dominare il paese
poche anime in giro
tutti a vivere il ristoro
tra le mura di casa
in un meritato ritrovo
in famiglia e tra amici,
questa è la vita di qui.
Invece io cammino solo
tra queste strade spazzate
da un soffio violento
che raffredda anche il cuore,
mi è compagna la nostalgia
dei giorni ormai trascorsi
e della Tua allegria
che oggi non c’è.
Ma cosa è accaduto
e quando è accaduto
il misfatto improvviso
di perdere il gusto
della vita che amavo,
non ricordo il momento
ma pago caro da tempo
e mi chiedo sincero perché.
La violenza del vento
è quasi uno schiaffo sul viso
mi stacca una lacrima
che si perde più in là,
prendo la strada di casa
dove accenderò il camino
e davanti a quel fuoco
vivrò anch’io nel calore …
i ricordi che ho.


Max 24.03.2008



1 commento:

Francesca ha detto...

...quando sei solo e sai che la maggior parte delle persone in quel momento è invece in compagnia, ti assale un senso di impotenza e di tristezza. Ma molte volte si è più soli in mezzo agli altri, anche se ti sono amici.
Ascolta il vento e la tua anima che parlano in silenzio. Raccogli i cocci di ciò che rompendosi ti ha privato della felicità.