domenica 23 dicembre 2007

Tempo

Tempo

quale stanchezza quale delusione
tutto sfugge non è più il tempo
la rassegnazione attrae
la volontà vacilla
e vile sceglie l'abbandono
il trasporto verso il nulla,
tutto è passato
senza viverlo senza gustarlo
chissà dov'ero
in quale strada a camminare cieco
o forse solo illuso
a cadere perso e affranto,
ma ora ogni giorno
Tu sorgi come il sole
discreto osservo e ammiro
immagino il tuo calore
e il volgere di uno sguardo
un incanto nel verde
ma presto si fa sera
sei un sogno e voli,
nasce così la mia preghiera
il desiderio di conforto:
Dio fai che stanotte i suoi occhi sian stelle
a lenire il freddo a schiarire il buio
e il cielo sarà il suo abbraccio.
Max 21.12.2007

1 commento:

Anonimo ha detto...

ok piaciuto